Col d’Orcia è uno dei produttori storici di Montalcino. La Tenuta risale al 1890 quando, come appare da documenti storici, la Famiglia Franceschi di Firenze acquistò la proprietà, poi conosciuta come Fattoria di Sant’Angelo in Colle. Nel 1933 la Fattoria di Sant’Angelo in Colle presentò il suo Brunello all’“Esposizione di vini” (Prima Mostra dei Vini d’Italia). I fratelli Leopoldo e Stefano Franceschi ereditarono la proprietà e la divisero nel 1958. Stefano Franceschi chiamò la sua azienda Col d’Orcia (collina sull’Orcia), che nel 1973 vendette alla famiglia Cinzano. Attiva nel commercio dei liquori dal XXVII secolo, usufruì della sua estesa rete vendita per immettere sul mercato le prime vendemmie di Col d’Orcia. Nel 1973 gli ettari vitati erano pochi, e negli anni ottanta sotto la guida del Conte Alberto Marone Cinzano raggiunsero i 70 ettari. Nel 1992 il Conte Francesco Marone Cinzano, subentrato al padre, incrementò il numero di impianti sino agli attuali 140 ettari, portando Col d’Orcia ad essere il terzo produttore di Brunello di Montalcino. Nel 2010 è iniziata la conversione per l’ottenimento della certificazione. Nel 2013 Col d’Orcia è divenuta l’azienda biologica più grande della Toscana: un oasi biologica a Montalcino.

Informazioni generali per l'acquisto

Le nostre condizioni di pagamento, resi, reclami e termini di spedizione è possibile consultarle ai seguenti indirizzi:

120,00 €

Il Brunello di Montalcino può portare come qualificazione la dizione "Riserva" se immesso al consumo successivamente al 1º gennaio dell'anno successivo al termine di sei anni, calcolati considerando l'annata della vendemmia, fermo restando il minimo di due anni di affinamento in contenitori di rovere e di almeno sei mesi in bottiglia.

Vuoi maggiori informazioni?
Contatta l'enologo
+39 348 7843689

Richiedi Informazioni

Col d’Orcia è uno dei produttori storici di Montalcino. La Tenuta risale al 1890 quando, come appare da documenti storici, la Famiglia Franceschi di Firenze acquistò la proprietà, poi conosciuta come Fattoria di Sant’Angelo in Colle. Nel 1933 la Fattoria di Sant’Angelo in Colle presentò il suo Brunello all’“Esposizione di vini” (Prima Mostra dei Vini d’Italia). I fratelli Leopoldo e Stefano Franceschi ereditarono la proprietà e la divisero nel 1958. Stefano Franceschi chiamò la sua azienda Col d’Orcia (collina sull’Orcia), che nel 1973 vendette alla famiglia Cinzano. Attiva nel commercio dei liquori dal XXVII secolo, usufruì della sua estesa rete vendita per immettere sul mercato le prime vendemmie di Col d’Orcia. Nel 1973 gli ettari vitati erano pochi, e negli anni ottanta sotto la guida del Conte Alberto Marone Cinzano raggiunsero i 70 ettari. Nel 1992 il Conte Francesco Marone Cinzano, subentrato al padre, incrementò il numero di impianti sino agli attuali 140 ettari, portando Col d’Orcia ad essere il terzo produttore di Brunello di Montalcino. Nel 2010 è iniziata la conversione per l’ottenimento della certificazione. Nel 2013 Col d’Orcia è divenuta l’azienda biologica più grande della Toscana: un oasi biologica a Montalcino.

Informazioni generali per l'acquisto

Le nostre condizioni di pagamento, resi, reclami e termini di spedizione è possibile consultarle ai seguenti indirizzi:

Richiedi informazioni
Ti interessa acquistare questo articolo ma vuoi delle informazioni più dettagliate? Contattaci adesso senza impegno sapremo fornirti le risposte che cerchi.
     

Acquista online

Oltre 300 etichette a portata di click Entra nello shop online per acquistare il miglior vino di Montalcino,
nazionale e internazionale selezionato dall'Enoteca San Giorgio
Catalogo dei vini